Moto Gp, Catalogna: disastro Lorenzo, vince Marc Marquez

Moto Gp, Catalogna: disastro Lorenzo, vince Marc Marquez

Ero dietro Lorenzo, ho frenato forte, ma lui più forte. "Dovremo fare la scelta giusta". In certe situazioni non ha la lucidità che ti aspetti. Ma la classifica inizia a farsi interessante all'interno del box emiliano: Petrux è quarto a -3 da Rins e -5 da Dovizioso. Non ho visto come si sono toccati, penso che Valentino sia andato lungo ed è rimasto coinvolto. Dovizioso non esce al top dalla curva 9, Marquez attacca il forlivese alla curva 10, ma allo stesso tempo anche Lorenzo, con tanta voglia di ritornare a lottare per le posizioni di vertice con la Honda, entra con troppa foga: stende prima la Ducati 04, poi lo strike fulmina anche le Yamaha di Vinales e Rossi. È un vero peccato perché era il secondo giro, e non si vince la gara al secondo giro. Lorenzo è un pilota corretto e un ragazzo "limpido", non è uno che cerca scuse. "Dobbiamo capire perché siamo andati così bene durante questo fine settimana". Scuse accettate, ma difficile nascondere l'amarezza per lo zero involontario registrato da Dovizioso. Nessuno pensa che Jorge l'abbia fatto apposta, ma ha iniziato come un indemoniato, forse per togliersi le soddisfazioni che non erano arrivate dall'inizio della stagione.

Si può criticare Jorge Lorenzo per mille motivi, può essere considerato simpatico o antipatico, ma la sua onestà e sincerità non devono e non possono essere messe in dubbio.