Moscovici: "Pronto a considerare nuovi dati, la porta rimane aperta"

Moscovici:

Una decisione con la quale Bruxelles "certifica il fallimento totale delle misure economiche messe in campo da questo Governo". "Il deficit di bilancio è aumentato, ha portato a una riduzione della fiducia e sono aumentati i tassi di interesse", ricorda, sottolineando l'importanza di un ritorno "sulla traiettoria della crescita economica concentrandosi sulle riforme strutturali e non sugli stimoli fiscali, perché non c'è lo spazio fiscale per farli". L'Italia è praticamente in recessione e questo produrrà danni inestimabili all'economia del nostro paese. Dal Vietnam il premier Conte assicura, "Io sono sempre determinato e ottimista e farò di tutto per scongiurare una procedura che farebbe del male al Paese". Claudio Borghi, ospite a Omnibus su La7, commenta così la possibile procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia da parte della Ue. "Il Comitato Economico e Finanziario ha due settimane per formulare la sua opinione sulle nostre conclusioni". Il Governo italiano incassa la "batosta" e chiede al Mef di creare una squadra che lavori su una manovra finanziaria correttiva onde evitare le sanzioni da parte dell'Unione Europea. Nel 2018 "la spesa per interessi sul debito si attestata a circa 65 miliardi di euro, pari al 3,7% del Pil, ovvero la stessa quantità di risorse pubbliche destinate all'istruzione".

Immediata la reazione a Piazza Affari, dove la borsa frena e lo spread sale sopra 280 punti base. Sempre in ambito ambientale, l'Ue ha anche deferito l'Italia per inquinamento atmosferico e mancato trattamento adeguato delle acque reflue urbane: Allo stesso modo ha accusato il Paese di non aver impedito la diffusione della "Xylella fastidiosa" in Puglia.

Questa mattina sono intervenuto a Radio Anch'io e ho ribadito che non ci sarà nessun taglio a Quota 100 e Reddito di... Dai corridoi di Bruxelles sono arrivati diversi segnali di apertura al dialogo ma il Vicepresidente della Commissione e il Commissario agli Affari Economici e Monetari non hanno mancato di evidenziare le colpe di un'Italia che ha deviato in maniera eccessiva dalle regole europee e che potrebbe ora aver bisogno di una manovra bis.

Pierre Moscovici concede tempo all'Italia per sistemare i conti. In caduta anche il comparto bancario.

"La Commissione europea non ha aperto una procedura d'infrazione, ma ha dichiarato che ci sono i presupposti per una procedura". Per questo, ha affermato Moscovici, "abbiamo concluso che il criterio del debito attualmente non è rispettato".

Tutti si sono lamentati delle misure di quel periodo, ma è molto facile non domandarsi che cosa sarebbe successo agli italiani senza la frenata e con i costi ancora più grandi di una crisi finanziaria che ti impedisce di far funzionare normalmente uno stato. Gli sherpa preferiscono non rispondere apertamente ma si lasciano sfuggire che "difficilmente vengono sanzionati i governi dimissionari". 13,2 miliardi di euro dovrebbero andare a incentivare ricerca e innovazione all'interno del programma Horizon 2020 che vedrebbe un aumento del budget del 6,4% rispetto al 2019. Che ha aggiunto: "Non si possono considerare le regole come dei dogmi".