Maturità 2019: le tracce dei temi

Maturità 2019: le tracce dei temi

Le tracce e le curiosità della Maturità 2019 "L'esame di Maturità è stato avviato in modo ordinato e tutto procede tranquillamente". Questa mattina è andata in scena la prima prova scritta, quella di Italiano: alle 8.30 è arrivata dal Miur la chiave digitale per aprire il Plico Telematico e sbloccare le tracce della prima prova. Per l'analisi del testo la novità principale riguarda il numero di tracce proposte: gli autori saranno due, anziché uno come accadeva fino ad ora.

Per l'analisi del testo c'è Giuseppe Ungaretti con "Il porto sepolto", confluita nel 1942 nella raccolta "L'allegria". Ancora tra gli spunti argomentativi trovano spazio un testo dello storico dell'arte Tomaso Montanari sulle "istruzioni per il futuro", la memoria del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa ucciso in un attentato mafioso a Palermo nel 1982 e il ciclista campione Gino Bartali, "giusto tra le nazioni" per la sua attività a protezione degli ebrei nella Seconda guerra mondiale.

La prova di italiano della nuova maturità prevede due tracce di tipologia A, analisi del testo; tre tracce di testo argomentativo, tipologia B; due tracce di tema di attualità, tipologia B.

In generale, tra gli studenti del Romani la scelta è ricaduta sull'attualità e, in particolare, sul brano di Sloman e Fernbach. Allo scientifico i ragazzi dovranno affrontare Matematica e Fisica.

Ogni indirizzo poi ha avuto le sue preferenze. Per i professori è senza dubbio la più gestibile, dato che al tema non si copia. "Nessun allarme. Nessuna situazione 'patologica' o preoccupante", ha fatto sapere il ministero dell'Istruzione, e anzi la percentuale di sostituzioni dei presidenti di commissione quest'anno è pari al 5,5% del totale, contro il 6% dello scorso anno.

La campanella è suonata stamattina per 4.751 studenti pontini che affronteranno l'esame di maturità.

Sono Tacito e Plutarco, secondo quanto si apprende dalle prime fonti. gli autori della seconda prova al Classico. Traccia scelta pure da Sokaina Madnas, 5^A di Rivarolo Mantovano, "per l'interesse personale sull'argomento". Un'innovazione questa che ha trovato moltissimi pareri discordanti degli studenti che ancora oggi, giorno d'esordio di questo nuovo modello, non riescono a mandare giù, per non parlare poi del terzo ed ultimo sconvolgimento riguardante l'orale.

Gli studenti dello scientifico, al contrario, hanno perlopiù ignorato il rapporto tra mente, uomo e scienza prediligendo i grandi fatti della Storia. O su "L'illusione della conoscenza".