Incidente Venezia, Toninelli: via le grandi navi, "progetto definitivo entro giugno"

Incidente Venezia, Toninelli: via le grandi navi,

L'incidente ha scatenato forti polemiche nel governo, dopo anni di denunce e rimpalli sulla tratta che questi giganti del mare da migliaia di tonnellate devono percorrere per raggiungere la città lagunare; attualmente il Canale della Giudecca, come nel caso dello schianto di domenica, e il bacino di San Marco.

A questo proposito, Luigi Brugnaro ha affermato di aver parlato subito con il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, chiedendogli di decidere tempestivamente sul transito alternativo delle navi nel canale di Vittorio Emanuele, più distante dal centro della città lagunare e, soprattutto, da Piazza San Marco. E per esser fatta è in attesa di un parere dell'avvocatura di Stato. "Sono stufo dei no, l'Italia va a fondo, abbiamo bisogno di sì e non è un ministero della Lega quello che ha detto no". Ma sulla questione dell'approdo a Marghera c'è un punto sul quale a porre il veto è il ministero dell'Ambiente: l'idea prevede "l'ingresso dalla bocca di Malamocco percorrendo canali per approdare a Marghera o proseguire per raggiungere la Marittima attraverso il canale Vittorio Emanuele", ma, spiega Ytali, il ministero dell'ambiente guidato da Sergio Costa e la capitaneria di porto hanno evidenziato che la soluzione comporta "scavi e mobilitazione di milioni di metri cubi di fanghi per lo più inquinati, mettendo a rischio il già delicato equilibrio idrodinamico e morfologico della laguna". Il presidente della "Rimorchiatori Uniti Panfido" ha fatto sapere che "La nave Msc aveva un'avaria al motore, segnalata subito dal comandante". A mancare però è la totale sicurezza per i passeggeri delle navi e per i veneziani, che da tempo chiedono che le grandi navi gettino l'ancora al largo.

Venezia, incidente nel canale della Giudecca: nave da crociera urta battello, 4 feriti. "Dopo tanti anni di inerzia, finalmente siamo vicini ad una soluzione definitiva per tutelare sia la laguna che il turismo", scrive su Twitter il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. Vediamo, alcuni che si sono schierati a favore del divieto.

Di seguito il video dello scontro tra la nave da crociera e il battello turistico. Due erano all'interno della nave Msc, altre due persone invece sono state portate all'ospedale a scopo precauzionale. Provvedimento che sarebbe stato bloccato da un'altro No a cinque stelle.