Hong Kong: protesta contro la riforma dell'estradizione

Hong Kong: protesta contro la riforma dell'estradizione

Sono circa un milione le persone (secondo gli organizzatori) che hanno marciato domenica a Hong Kong per protestare contro la controversa legge sull'estradizione forzata, un decreto sollecitato da Pechino che consentirebbe a sospetti criminali di essere mandati in Cina per il processo. L'ardore politico fa ormai parte dell'identità culturale di Hong Kong: "Manifesto, dunque sono diverso dagli altri cinesi".

Al termine della manifestazione ci sono però stati scontri tra manifestanti, molto più numerosi, e polizia lungo Harcourt Road.

Secondo le autorità di Hong Kong, il provvedimento ha preso spunto dal caso di un uomo fuggito dopo aver assassinato la fidanzata durante una vacanza a Taiwan. Questi ultimi hanno risposto caricando e spruzzando spray al peperoncino fino a che non sono riusciti a sgombrare l'area. Ma la "chief executive" di Hong Kong, Carrie Lam, non è apparsa impressionata.

Le associazioni per i diritti umani e civili dell'ex colonia britannica ritengono che la nuova legge servirà per portare avanti persecuzioni politiche all'interno dello stesso territorio di Hong Kong, sopprimendo la libertà di parola ed esponendo molte persone al sistema giudiziario cinese. Nel 2014 Hong Kong ha vissuto la "rivoluzione degli ombrelli" con cui la popolazione ha chiesto di poter eleggere, come previsto dagli accordi, il principale leader locale attraverso il suffragio universale, ma Pechino ha sostenuto che la richiesta fosse inaccettabile.

Inizialmente gli abitanti di Hong Kong avevano accolto con favore il ritorno alla Cina del 1997, in un momento in cui Pechino, in piena fase di crescita, alimentava le speranze in un ammorbidimento del suo sistema. L'attuale legge non prevede l'estradizione in Cina, a Macao e Taiwan da Hong Kong, che ha trattati di estradizione con venti Paesi al mondo. Nella città, per esempio, nessuno può essere condannato alla pena di morte che è stata abolita nel 1993; in Cina, invece, questo sarebbe possibile.