Governo, Giorgetti:mini-bot non sono anticamera uscita euro e Ue

Governo, Giorgetti:mini-bot non sono anticamera uscita euro e Ue

Giorgetti spiega i minibot: "Li ho capito giocando a Monopoli".

"Tutte le soluzioni nuove sono contestate, non dico che siano la Bibbia, ma sono una proposta per accelerare i pagamenti, una delle possibilità, una delle soluzioni".

Anche per questo gli operatori di mercato lo hanno definito un passo verso l'uscita dell'Italia dall'euro specie dopo che una mozione approvata in maniera bipartisan dalla Camera (ma ripudiata poi dal Pd) li ha indicati come possibilità per pagare i debiti della P.a.

La stessa impostazione critica è stata condivisa anche da Confindustria.

"Non è opportuno aumentare il debito pubblico italiano, vista la sua entità", è la stroncatura del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. "Il problema è che noi non possiamo più realizzare debito pubblico, salvo che lo facciamo per investimenti nella logica degli eurobond, da concordare con gli altri Paesi". Lo ha affermato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, oggi al convegno dei Giovani Imprenditori. Il massimo quantitativo di minibot che possono essere assegnati subito (se lo desidererà) ad un creditore dello Stato è 25.000 euro, le cifre eccedenti tale valore verranno saldate con il vecchio sistema con tempi che cercheremo di rendere più brevi ma difficilmente saranno immediati come invece accadrà a chi sceglierà di venir saldato in minibot.

"Questa è una cosa che sta nel loro programma - ha detto Tria riferendosi a Lega e M5S - Il ministero dell'economia ha già espresso un parere negativo", ha dichiarato Tria a Reuters e all'agenzia di stampa italiana Ansa in un'intervista a margine di un incontro del G20 a Fukuoka, in Giappone.

La Banca d'Italia e poi la Bce, hanno avvisato dei rischi della creazione di una 'moneta parallela'. Però qua c'è l'emergenza di pagare i debiti della Pubblica amministrazione nei confronti di famiglie e imprenditori. Nelle intenzioni dei fautori i minibot, a differenza dei titoli di Stato che sono ormai dematerializzati, sono destinati alla circolazione cartacea, dovrebbero essere simili alle normali banconote in euro.

"Oggi è la volta dell'ennesimo litigio sui mini-Bot che vuol dire usare i soldi del monopoli, cioè, soldi finti per pagare i debiti dello Stato", ha risposto il leader Pd Nicola Zingaretti a chi gli chiedeva un commento sui dati negativi per l'economia diffusi da Bankitalia. "Sono decine di miliardi di euro che già sono debito dello Stato, quindi in che forma restituirli è tutto da valutare e ci stiamo ragionando". L'idea è quella di farli cartacei per evitare che vengano spesi, per esempio, online, spingendo così gli acquisti al dettaglio.

Sono un surrogato di titolo di Stato che non viene assegnato in un'asta del Tesoro.