Giro del Delfinato 2019, dolori al ginocchio: Tom Dumoulin lascia per precauzione

Il percorso con ben otto Gpm, di cui uno di seconda categoria a pochi chilometri dall'arrivo, poteva far immaginare un po' di bagarre per la maglia gialla, ma i pretendenti al successo finale sono rimasti tranquilli e in attesa delle ultime due tappe. L'olandese del Team Sunweb affronterà infatti da lunedì un importante blocco di lavoro in altura. Una misura precauzionale quella del capitano del Team Sunweb che nella serata di ieri ha avvertito nuovi dolori al ginocchio, decidendo dunque di fermarsi per evitare di correre rischi.

Tom ha dichiarato: "È stata una settimana di gare intense ed è stato bello ritrovare un po' di ritmo di corsa". Il gruppo ha concesso più di dieci minuti, consegnando così la vittoria di tappa ai fuggitivi, che hanno proseguito con buon accordo.

Le difficoltà della discesa sono state testimoniate anche da un errore di Alaphilippe che ha allargato troppo la traiettoria di una curva finendo fuori dalla carreggiata, ma senza cadere. Muhlberger si è dimostrato fortissimo e pur tirando nel finale molto più di Alaphilippe è andato vicino al colpaccio. De Marchi si è dovuto accontentare del terzo posto, mentre il gruppo è arrivato tranquillamente a sei minuti con tutti gli uomini di alta classifica.

"In classifica generale è rimasto praticamente tutto invariato se si esclude Wout van Aert che, dopo aver lavorato per i compagni di squadra, si è rialzato e ha perso così la sua quinta posizione: "Adam Yates ha sempre 4" su Dylan Teuns, 6" su Tejay van Garderen e 7" su Jakob Fuglsang, ma domani c'è un importantissimo tappone di montagna con arrivo in salita a Pipay, ben 19 km al 7%.