Capello, Totti? ha capito suo ruolo

Capello, Totti? ha capito suo ruolo

Da domani gli anni saranno 73.

Parole chiare quelle di Capello, cha ha ricordato il suo arrivo sulla panchina della Juve e ha fatto un paragone con la situazione vissuta adesso da Sarri. Ci fu qualche contestazione, degli striscioni contro di me, ma provenivano sempre dai soliti gruppetti di ultrà.

"Sono uno dei mali del calcio italiano. Fare il dirigente è un'altra cosa che essere giocare", afferma il tecnico con cui ha portato la Roma alla vittoria dello scudetto. Gli allenatori sono professionisti. Cutrone? La domanda che bisogna porsi è 'ce ne sono meglio di Cutrone?'. E poi io rispetto a Sarri avevo una corsia privilegiata: ero stato alla Juve da giocatore e quindi conoscevo la mentalità che c'è. Sarri non deve pensare ai tifosi e non deve fare nulla per entrare nelle loro grazie, a lui basterà soltanto fare bene.

È una rosa adatta a Sarri?

La rosa bianconera - "I bravi allenatori sanno mettere al posto giusto i calciatori a disposizione". Mi dia retta, la Premier League è il top del top; solo Barcellona e Real Madrid possono essere al loro livello. "Hazard, ad esempio, faceva cose diverse".