Addio a Franco Zeffirelli, Maestro del cinema italiano

Addio a Franco Zeffirelli, Maestro del cinema italiano

Giornata di lutto per Firenze e per il tifo viola: si è spento questa mattina infatti il regista Franco Zeffirelli, grande tifoso viola e personaggio del mondo dello spettacolo. Zeffirelli è morto a 96 anni nella sua casa romana sulla via Appia, da tempo era malato. La camera ardente sarà allestita in Campidoglio a Roma.

Attivo per più di cinquant'anni nel panorama cinematografico italiano, Zeffirelli ha occupato un ruolo di prima piano nella cultura italiana del secolo scorso. Ci uniamo al dolore dei suoi cari. Il Maestro riposerà nel cimitero delle Porte Sante di Firenze.

Oltre ai suoi lavori più legati ai classici, come gli adattamenti cinematografici di opere letterarie, Shakespeare fra tutti, ma anche Verga, Zeffirelli era diventato noto al grande pubblico dopo la regia della miniserie televisiva Vita di Gesù del 1977 che ebbe grande seguito popolare. E poi ha raccontato: "Ciao Maestro".

Zeffirelli non ha mai nascosto la sua passione per la Fiorentina e l'avversione per la Juventus. Ospitato nel complesso di San Firenze, nel pieno centro del capoluogo toscano, il Centro è articolato in un Museo, un Archivio e una Biblioteca e ospita costantemente mostre e iniziative per la divulgazione culturale dello spettacolo e per la formazione di studenti nell'ambito delle discipline teatrali. "E proprio qui, nell'ex tribunale di San Firenze, aveva fortemente voluto il Centro che raccoglie la sua eredità professionale, un centro dedicato all'immane materiale raccolto nei decenni di successi nel cinema, scenografia, teatro, lirica". "In accordo con la famiglia, alla quale vanno le più commosse condoglianze mie personali e dell'amministrazione - ha concluso il sindaco - troveremo insieme un modo di altissimo significato per ricordare il Maestro, uno più grandi esponenti della cultura mondiale".