Trovato morto a Londra in un cassonetto giovane 23enne di Montopoli

Trovato morto a Londra in un cassonetto giovane 23enne di Montopoli

Proseguono così le indagini di Scotland Yard per la morte di Erik Sanfilippo 23enne originario di Montopoli Valdarno (Pisa) trovato senza vita l'11 maggio scorso in un cassonetto dei rifiuti in un'area semi abbandonata a Tollington Road, nel quartiere di Islington. Il giovane lavorava da alcuni mesi nella capitale inglese, faceva il cameriere.

Appartiene infatti al giovane 23enne Eric Sanfilippo il cadavere che qualche giorno fa è stato trovato riverso a terra su un marciapiede delle vie di Londra. Secondo alcune fonti, il giovane era morto già da un po' di tempo e, in mancanza di segni di percosse, gli inquirenti non escludono l'ipotesi che sia stato un malore ad uccidere il ragazzo. "Per ora le cause del decesso non sono chiare - ha spiegato un portavoce della polizia - e sono in corso indagini condotte dal comando Nord della polizia metropolitana". Sembra che il giovane avesse una ferita alla testa. "Si aspettano altri test", anche tossicologici, in grado di dare qualche risposta. Gli investigatori britannici hanno reso noto il fermo di un italiano di 52 anni, Gerardo Rossi, indagato per occultamento di cadavere. Intanto i familiari, avvisati dai carabinieri di San Romano, si trovano già a Londra, dove hanno effettuato il riconoscimento del corpo. "Al momento stiamo tutti soffrendo e non vogliamo parlare", ha spiegato alla Islington Gazette Anna Brattoli, che ha dichiarato di essere la migliore amica del ragazzo, mentre la madre Carmen ha detto: "Era il nostro principe, siamo distrutti".