Sondaggi elettorali elezioni europee, le forbici indicate da Demopolis

Sondaggi elettorali elezioni europee, le forbici indicate da Demopolis

A due settimane dalle elezioni europee del 26 maggio si inizia a delineare lo scenario in merito alle intenzioni di voto degli italiani.

L'esecutivo guidato da Giuseppe Conte mantiene comunque un alto gradimento tra gli elettori: secondo i dati di un sondaggio dell'istituto Ipsos per DiMartedì (programma condotto da Giovanni Floris su La7), il premier Conte è considerato determinante dal 52% degli intervistati. La Lega resta il primo partito in Italia con il 32%. La roccaforte del Carroccio è il Nord-Est dove i consensi raggiungono il 43, ma al centro lo sfondamento arriverebbe al 30 e al Sud al 25. Si registra quindi un calo di popolarità per i grillini rispetto alle ultime elezioni politiche, dove aveva toccato il 32,7% dei voti.

M5s al secondo posto assieme al Pd, entrambi con il 21% dei voti. Per chi voteranno gli italiani? Il Pd registra risultati positivi nella circoscrizione Nord-Ovest, dove ottiene il 27%, ma al Centro si fa largamente superare dalla Lega.

Continuano le tensioni nel governo per il caso-Siri, con la Lega che sembrerebbe pagare dazio in termini di intenzioni di voto il tutto a vantaggio del Movimento 5 Stelle, che sarebbe tornato a essere davanti a un Partito Democratico dato anch'esso in calo. I democratici sono infine fermi al 19% e al 15% rispettivamente al Sud e nelle Isole. Fra le formazioni più piccole che puntano a superare lo sbarramento del 4%, Fratelli d'Italia è al momento il partito più accreditato con il 5,5%, mentre +Europa ad oggi non va oltre il 3,5%. Sotto la soglia di sbarramento del 4%, invece, si attestano la Sinistra al 2,8% (in calo dello 0,3); +Europa Italia in comune al 2,7, in flessione dello 0,2; Europa Verde all'1,8, in crescita dello 0,3.