Sea Watch, ok a sbarco di 7 bimbi con genitori

Sea Watch, ok a sbarco di 7 bimbi con genitori

Autorizzato lo sbarco dalla nave Sea Watch 3 di sette bambini con i relativi genitori presenti a bordo (sette madri e tre padri) e di un uomo con gravi problemi di salute. "Il trasbordo sulla motovedetta della guardia costiera è in corso". La Sea Watch, però, non è una nave della Marina, ma di un'organizzazione non governativa, ed è per questo che Salvini chiude a ogni possibilità di dialogo: "Sono degli scafisti, i porti rimangono chiusi".

Intanto, la Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, a carico di ignoti. "Tra di loro ci sarebbero, oltre a una persona disabile, 7 bambini, due dei quali con meno di 6 mesi di età, ai quali è necessario offrire immediatamente l'assistenza e la protezione di cui hanno bisogno".

Secondo il ministro dell'Interno, i migranti "erano prima in acque libiche e poi in acque maltesi, ma mettendo a rischio la vita degli immigrati a bordo vogliono a tutti i costi arrivare in Italia". Il Viminale interviene così sul caso della nave della ong tedesca con 65 migranti a bordo che è ferma al limite delle acque territoriali italiane e che da ore chiede di poter attraccare nel porto di Lampedusa. La risposta è no, no, no e non c'è presidente del Consiglio che tenga e non c'è ministro 5 stelle che tenga", ha detto Matteo Salvini in diretta Fb, aggiungendo: "Anche in queste ore c'è una ennesima nave che vuole avvicinarsi: no, nisba, chiuso. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a margine della sua visita alla Cittadella della pace di Rondine (Arezzo), rispondendo ai giornalisti sul caso della nave Sea Watch. "I bambini sono traumatizzati dalla permanenza nelle prigioni libiche e rischiano ulteriori danni psicologici".E' Sea Watch a fare il punto via Twitter sulla situazione a bordo della Sea Watch 3. "Di uomini soli al comando ne abbiamo già avuti e in Italia non ne sentiamo certo la mancanza". "Questi non sono soccorritori ma scafisti e come tali verranno trattati". Sui migranti "il mio governo ha una politica molto più articolata di quella che viene riassunta dai giornalisti". Una mossa che va letta nell'ottica di non lasciare all'alleato-avversario alcun pretesto per bloccare il decreto. Parole che suonano come un'apertura al possibile sbarco e che innescano l'attacco di Salvini.