Salvini: "Devo andare dalla Gruber, simpatia portami via"

Salvini:

Salvini le ha sorriso: "Le voglio un sacco di bene e, anche se non ho moltissimo tempo per guardarla da casa, ritengo che questa trasmissione sia assolutamente equilibrata". Superato indenne il caso Siri, Matteo Salvini lancia un chiaro messaggio agli alleati di governo. Mi han detto che ci è rimasto male e che non ho risposto. "Mi aspettavo un mazzo di fiori e delle scuse".

Un nuovo scontro a distanza per il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini che, nel corso di un comizio a Giussano (Monza e Brianza), ha parlato della sua presenza al programma condotto da Lilli Gruber su La 7, 'Otto e mezzo'. Tutta l'intervista è proseguita su toni abbastanza accesi anche con l'altro ospite, il vicedirettore dell'Huffington Post Alessandro De Angelis, sui temi del fascismo e delle critiche del ministro al conduttore della Rai Fabio Fazio. "Le ricordo che ho lavorato tanti anni nel servizio pubblico". "Domani mi tocca - ha aggiunto il vicepremier - Perché già domenica dovevo andare da Fazio e non sono andato...". "La pagano anche per essere educato", risponde per le rime la Gruber.

Inizialmente la Gruber aveva rifiutato di ospitarlo per via delle polemiche che si erano susseguite durante la giornata di oggi, mercoledì 8 maggio, dopo che Salvini aveva fatto una battuta sulla giornalista durante un comizio. "Faccio centinaia di foto ogni giorno, non chiedo la carta d'identità alle persone".