Reddito di cittadinanza, numeri aggiornati: Campania sempre prima

Reddito di cittadinanza, numeri aggiornati: Campania sempre prima

La misura bandiera del Movimento 5 Stelle è oggetto di critiche da parte del vicepremier Matteo Salvini: "Ridurre le tasse è l'unico modo per far ripartire il Paese: il reddito di cittadinanza non fa ripartire l'Italia". Calcolando poi il totale degli abitanti della Città metropolitana di Napoli, la terza italiana per numero di abitanti e la prima per densità abitativa, con una popolazione di 3.085.225 abitanti, emerge un altro scenario: nella provincia di Napoli ha presentato la richiesta per il reddito di cittadinanza un cittadino su 30.

Le domande presentate, fino al 30 aprile, sono pari a 1.016.977.

Vediamo, però, nel dettaglio che cosa dicono i numeri, quali sono le regioni con la più alta richiesta. A seguire il Lazio, dove si contano 93.048 istanze. Molte elevate le domande anche in Puglia (90.296). Dal 6 marzo 2019, è possibile presentare la domanda per la richiesta del reddito di cittadinanza. "Anche qui sono state molte le richieste tramite Caf, 3.379, e 442 alle Poste".

Gli intermediari (nel caso della Cgil soprattutto i Caaf) che hanno aiutato i richiedenti nella presentazione della domanda non ricevono nessuna comunicazioni, solo chi ha inviato la domanda riceve la comunicazione di accoglimento.

La regione Campania e la provincia di Napoli sono delle zone con il più alto tasso di disoccupazione e con i più alti indici di povertà.

Sostenere le famiglie in difficoltà puntando al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale: questo l'obiettivo del Reddito di Cittadinanza.