Pole di Marquez a Le Mans. Super Petrucci: è secondo. Rossi quinto

Pole di Marquez a Le Mans. Super Petrucci: è secondo. Rossi quinto

Al secondo posto si è classificato Andrea Dovizioso e al terzo Danilo Petrucci, entrambi su Ducati. Il gap rifilato agli inseguitori ha anche spinto l'iberico a controllare il ritmo senza strafare: "Quando ho capito di avere due secondi e mezzo di vantaggio sono tornato a ridurre il ritmo perché mi sentivo a mio agio". Doppia cifra per Rossi a 10,00, stessa quota per Alex Rins, mentre Petrucci e Maverick Vinales sono lontani a 33 volte la posta. Il ternano recupera poi il 'dottore', ma il capolavoro lo fa poco dopo Miller che si mette davanti al campione iridato in carica, salvo poi riconsegnare a Marquez il comando della corsa poco dopo, una leadership che non perderà più fino alla bandiera a scacchi.

La gara sul circuito di Le Mans è stata appassionante nella prima parte. Ha terminato il numero 13, ora settimo in campionato.

Come riportato da "Motorsport.com", Paolo Ciabatti ha così commentato la cosa: "Il podio di Danilo è stato importante".

Complessivamente una buona gara per gli italiani.

Nessuno sa come battere Marc Marquez e il rischio, nell'ipotesi migliore, è di doversi "accontentare" per la terza volta del titolo di vicecampione. Già, perché in Francia Marc Marquez ha dato l'ennesima lezione di superiorità al gruppo, facendo capire che se questa fosse una partita di poker, le carte per fare la scale reale sono tutte nelle sue mani.

Questa cosa ha fatto un po' storcere il naso ai puristi che avrebbero invece preferito vedere una lotta all'ultimo sangue tra i due e c'è chi è pronto a scommettere che questa aria così distensiva all'interno del box Ducati non porterà a buone cose. Nelle quattro gare in cui sono giunti al traguardo assieme, Lorenzo si è sempre classificato almeno 10 posizioni più in basso rispetto al suo compagno di team.