Paratici e Nedved progettano la nuova Juve: il primo obiettivo è Chiesa

Paratici e Nedved progettano la nuova Juve: il primo obiettivo è Chiesa

Spinge forte la Juventus e al 60′ ci prova Cancelo da fuori, ma palla a lato. Al 71′ si vede l'Atalanta con una grande punizione di Ilicic che però Szczesny mette in angolo. Vero che tutti che il campionato è facile ma in realtà non lo è. Tempo due minuti, e l'appena entrato Mandzukic punisce purtroppo i nerazzurri: cross lunghissimo di Cuadrado e il croato, con una spaccata incredibile e da posizione difficilissima, batte Gollini facendogli passare il pallone sotto le gambe. Zapata prova a rovinare l'ultima recita allo Stadium di Barzagli, ma il suo sinistro incrociato lambisce il palo. Aspettiamoci un altro esodo come quello romano, saranno ancora più di ventimila bergamaschi a riempire il Mapei, lo stadio che già da un paio d'anni è diventata la casa delle notti magiche europee. L'1-1 di Torino può comunque far felici i ragazzi di Gasperini, che agganciano l'Inter, crollata a Napoli, al terzo posto e continuano ad avere il destino nelle proprie mani.

Da tempo dalle parti della Continassa (circolo sportivo dove si allena la Juventus) circola il nome dell'ex allenatore del Barcellona, fresco campione (per il secondo anno consecutivo) della Premier League con il Manchester City. Proprio dagli sviluppi del corner, il portiere bianconero è ancora bravissimo a salvare, poi la palla arriva sui piedi di Hateboer che spara alto da posizione unica. Qualche legnata ce la siamo data. Alex Sandro ha toccato la palla col braccio su colpo di testa ravvicinato di Masiello, la Dea ha chiesto il penalty mentre l'arbitro Gianluca Rocchi - dopo aver rivisto l'azione al VAR - non è stato dello stesso avviso. Nell'ultima giornata contro il Sassuolo basterà una vittoria per centrare un traguardo impensabile a inizio stagione. Abbiamo assistito a un Presidente che si è spogliato del suo ruolo e si è mostrato in tutta la sua nudità: un essere umano scosso che ha accettato i consigli delle persone alle quali ha affidato cariche e responsabilità e che ha accompagnato alla porta un amico al quale avrebbe probabilmente rinnovato il contratto, sbagliando.