Nuova Land Rover Defender: un milione di test. Ed ora in Kenya

Nuova Land Rover Defender: un milione di test. Ed ora in Kenya

Dalle nuove immagini diramate in queste ore, come accennato, Land Rover Defender 2020 viene ripreso in due varianti di corpo vettura: tre porte (che corrisponderebbe alla declinazione Defender 90) e cinque porte "station wagon" (medesima fascia di segmento del "vecchio" Defender 110).

Il 30 aprile, da decenni, si celebra il giorno del debutto della Land Rover Originale all'Amsterdam Motor Show nel 1948.

La produzione avverrà nell'avanzatissimo impianto di Nitra, in Slovacchia. Sebbene non sia stata ancora presentata ufficialmente sono state diffuse alcune foto "spia" che fanno ben capire che la nuova Land Rover Defender non sarà il classico suv da centro città, ma una vera e propria bestia da portare ovunque. Il circuito è famoso per alternare curve veloci a strette a tornanti e lunghi rettilinei. Successivamente si è passati al fango nei fuoristrada inglesi, alle rocce del Moab e alle dune del deserto di Dubai. Oltre al caldo asfissiante, al fango e alle rocce la nuova Defender è stata portata tra i ghiacci, per sottoporla a test a temperature inferiori ai -50 gradi centigradi. Defender, caratterizzato da una speciale mimetizzazione, sperimenterà la vita del Borana Conservatory in una riserva da 14.000 ettari, sottoposto a prove reali e severissime: trainerà carichi pesanti, guaderà fiumi, trasporterà rifornimenti. Questa, oltre che un test, sarà una grande occasione per rendere utile la Defender, che lavorerà al fianco della Tusk Trust, organizzazione che si occupa di raggiungere gli angoli più remoti ed inospitali del mondo.

Secondo la casa il nuovo Land Rover Defender farà tutto quello che i clienti si aspettano da esso, senza essere una copia di ciò che è stato prima.

Una flotta di prototipi della Land Rover Defender ha percorso 1,2 milioni di km affrontando i percorsi più impervi del globo, senza mai arrestare la sua corsa. L'opportunità di mettersi al lavoro sul campo nel Borana Conservancy in Kenya, con il Tusk, consentirà agli ingegneri di verificare lo sviluppo nella fase finale del programma.