MotoGp Jerez, Rossi: "Passi avanti, ma sarà dura"

MotoGp Jerez, Rossi:

Questa mattina sul circuito di Jerez de la Frontera si è conclusa anche la terza ed ultima sessione di prove libere valide per il Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento della stagione 2019 di MotoGP.

Durante le prove Jorge Lorenzo è stato protagonista di un curioso siparietto quando per sbaglio ha imboccato la corsia del box Ducati e poi ha proseguito per quello HRC, in merito a ciò l'iberico ha così risposto: "Beh è un po' l'abitudine, sono stato due anni lì".

Una giornata complicata, nonostante temperature più basse di quelle di ieri e un asfalto più fresco che, sulla carta, avrebbe dovuto aiutare la M1. "Dovremo cercare di fare qualche altro piccolo step per domani ma, per il passo in avanti che abbiamo fatto oggi, meritavo qualcosa di più del 13° posto". "Ma a me non piacerebbe avere una curva che si chiama Valentino Rossi perchè se penso all'Arrabiata (Mugello), alla Dry Sack (Jerez) alla Lesmo 1 (Monza)... sono nomi di curve, se tu invece arrivi alla Valentino Rossi sembra di andare ad un ristorante, alla pizzeria che abbiamo a Tavullia". Il weekend di Jerez non è iniziato al meglio per Valentino Rossi, chiamato a un'impresa sabato per cercare l'accesso diretto al Q2. "Sono stato sfortunato, ho perso il treno per la Q2 di veramente poco e nella Q1 non sono stato in grado di migliorare a causa del molto traffico". Voglio però congratularmi con Fabio perché conquistare la pole in MotoGp non è facile, anche Franco ha fatto un ottimo lavoro.