Mino Raiola nei guai: la squalifica è mondiale

Mino Raiola nei guai: la squalifica è mondiale

La decisione è stata già contestata in giudizio da Mino Raiola, uno dei principali agenti dei calciatori a livello globale e che rappresenta gli interessi di diversi giocatori, da Pogba a Donnarumma, da Verratti a Manolas, passando per Mautidi, Mkhitaryan, Balotelli e altri. Il massimo organismo calcistico a livello mondiale ha infatti pubblicato sul suo sito ufficiale la seguente nota: "Il Presidente della Commissione Disciplinare della FIFA ha deciso oggi di estendere le sanzioni imposte dalla Federcalcio italiana (FIGC) agli intermediari Carmine (Mino) e Vincenzo Raiola affinché abbiano effetto a livello mondiale". Resta ufficialmente sconosciuta, ancora adesso, la ragione che ha spinto a questa sospensione.

Personalmente temo sia una decisione ispirata da logiche di palazzo, senza tener conto della realtà. Sospeso per due mesi anche il cugino Vincenzo che lavora insieme a lui. "Il diritto e la giustizia dovrebbero sempre prevalere in un ordinamento civile e quindi ho fiducia che a breve tutto verrà chiarito". Lo stop non è stato per ora spiegato dalla Fifa e dalla Figc, e secondo indiscrezioni sarebbe legato al trasferimento di Gianluca Scamacca dal Sassuolo allo Zwolle.