Meteo, weekend da incubo. Italia in balia di un ciclone

Meteo, weekend da incubo. Italia in balia di un ciclone

A dirlo il meteorologo Paolo Ernani che parlando con l'agenzia Adnkronos ha precisato che siamo ancora a metà mese ma che "alcune considerazioni su questi primi 15 giorni evidenziano un andamento termico decisamente insolito". Migliorerà nei prossimi giorni? vediamo cosa dice il bollettino del Centro Meteo Lombardo curato da Maurizio Signani. Già da domani, venerdì 17 maggio, il tempo sarà destinato a peggiorare per effetto di una perturbazione atlantica che nel corso del weekend porterà un'altra lunga fase di maltempo su tutto il Nord e gran parte del Centro.

Tornando al bel tempo, l'alta pressione di origine africana al momento è stazionaria su tutta la Penisola Iberica dove resterà almeno fino a giovedì 16 maggio con sole e temperature molto elevate. In particolare questo mese di maggio è stato dichiarato dagli esperti il più freddo registrato dal 1987! Le temperature sono previste di conseguenza in calo su tutti i settori perturbati e faticheranno a salire oltre i 14-15°C anche durante le ore più calde e la neve cadrà sempre sui 1700m. La vera svolta però si avrà nell'ultima settimana di Maggio, quando una nuova pulsazione del vasto anticiclone africano invierà una bolla d'aria caldissima verso l'Italia.

Se questa mattina abbiamo avuto fiocchi sino a quote collinari tra Emilia Romagna, Corsica e nord della Sardegna, nelle ore serali e notturne le nevicate sino a quote medio-basse interesseranno parte dell'appennino centrale e saranno in spostamento verso quello meridionale, mediamente oltre i 1000-1200 metri di quota ma localmente anche al di sotto di tale quota. Le zone maggiormente interessate saranno quelle centro-meridionali del Paese, in cui si potrebbero raggiungere anche i 40 °C. Via libera quindi ai primi bagni di stagione, soprattutto nel Sud Italia.