Marino: "L'accordo tra la Roma e Conte è saltato per l'Inter"

Marino:

In più, una secchiata d'acqua ancora più gelida è arrivata nella mattinata di martedì quando dalle pagine della Gazzetta dello Sport è stata resa pubblica l'intervista di Antonio Conte che ha ufficialmente declinato l'offerta della Roma che lo corteggiava da quasi due mesi per affidargli la panchina giallorossa e puntare allo scudetto nel giro di due anni.

Il dopo sarebbe già stato programmato, con un dirigente a far da collante tra la squadra e la società, non se ne parla a sufficienza di un possibile ritorno di Lele Oriali, e una squadra composta da un mix di giovani talenti e "vecchi" volponi, che soddisferebbe a pieno le idee di Conte. Il rendimento è in ribasso, anche quello numerico di Matteo Politano, l'Inter non vince in casa dalla gara contro la Spal ed è tanto non vincere in casa dove hai sempre 60.000 spettatori, Keita era stato brillante all'inizio poi è sparito, Candreva non c'è mai stato.

L'esperto e noto agente Claudio Pasqualin è uscito allo scoperto a proposito della possibilie destinazione di Mauro Icardi, che come noto i nerazzurri sono intenzionati a cedere nel prossimo calciomercato estivo. "Ci sono dei giocatori bravi che possono fare la differenza e non la fanno". "È più probabile che Allegri rimanga alla Juventus che Spalletti a Milano".

Il pareggio contro l'Udinese ha riaperto le titubanze della dirigenza interista che potrebbe valutare un nuovo allenatore.