Libia, il Presidente Conte incontra il Generale Haftar

Libia, il Presidente Conte incontra il Generale Haftar

Guterres ha espresso inoltre "profonda preoccupazione" per l'arrivo di armi anche dal mare, facendo riferimento a una risoluzione dell'Unione europea dello scorso giugno che autorizzava le autorità marittime di Bruxelles a imporre un embargo a Tripoli. Ai giornalisti che gli hanno chiesto se abbia avuto rassicurazioni da questo punto di vista da Haftar, il capo del Governo si è limitato a rispondere: "Abbiamo parlato a lungo...". L'incontro del Presidente del Consiglio con il generale Haftar è avvenuto "nel quadro dei numerosi incontri" di Conte "con le controparti libiche, i principali partner e le Nazioni Unite per far fronte alla preoccupante involuzione sul terreno".

Figura controversa, enigmatica. Senso della lealtà molto flessibile.

Due ore di faccia a faccia tra il premier italiano Giuseppe Conte e Khalifa Haftar, il generale libico che da settimane assedia Tripoli per spodestare il governo di Fayez Al-Serraj. Nato in Cirenaica 75 anni fa, comandante dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), in passato ha aiutato il defunto Muammar Gheddafi nella sua ascesa al potere, nel golpe del 1969. È stato scaricato dal colonnello dopo la guerra del Ciad: da prigioniero fu sconfessato da Gheddafi.