Il TFN si è espresso: Palermo retrocesso in serie C

Il TFN si è espresso: Palermo retrocesso in serie C

Il tribunale ha invece dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell'ex presidente Zamparini.

In casa granata si guardava con estremo interesse alla vicenda Palermo. Classifica alla mano, con i rosanero all'ultimo posto, il Venezia è ufficialmente salvo, mentre il playout vedrà la Salernitana affrontare il Foggia.

La speranza era di poter subire una semplice sanzione per la stagione in corso. Una tempistica, questa, che potrebbe sconvolgere completamente il calendario playoff.

Palermo retrocesso all'ultimo posto della classifica del campionato di serie B appena concluso e quindi in serie C. E' questa la sentenza del tribunale federale nazionale della Figc sull'illecito amministrativo contestato dalla procura alla società siciliana.

Benevento e Pescara già al secondo turno. La società è stata sanzionata per una serie di irregolarità gestionali da parte di alcuni ex dirigenti.

Il Palermo risponde per responsabilità oggettiva e diretta dei capi di incolpazione elencati nel deferimento del procuratore Pecoraro e dell'aggiunto Chiné, con un'accusa di illecito amministrativo legata all'operazione Mepal-Alyssa. Per questo, le date dei play-off e dei play-out al momento restano congelate.

Il club pugliese ha inoltrato richiesta di sconto al Coni sul -6 di penalizzazione. Per effetto della classifica avulsa a retrocedere in C sarebbe la Salernitana mentre i 'satanelli' si giocherebbero la salvezza nello spareggio col Venezia (andata in Puglia).

Se non ci saranno sconti la Salernitana dovrà affrontare i Dauni per giocarsi la permanenza in cadetteria.