Il figlio di Elena Santarelli è guarito

Il figlio di Elena Santarelli è guarito

Il mio consiglio è quello di vivere la propria storia senza fare troppi confronti, affidandosi ai medici che hanno in cura in nostri bambini. Giacomo infatti è finalmente follow up e, per la felicità di mamma e papà Corrado, Elena ha voluto parlarne durante la puntata di "Italia Si", andata in onda sabato 11 maggio. Nel suo messaggio, commovente e tenero in maniera disarmante, il figlio di Elena e Bernardo Corradi le dice che è una mamma speciale perché è sempre stata positiva e perché gli ha sempre detto che prima o poi il giorno della guarigione sarebbe arrivato. Quando si affronta un percorso così a volte non respiri dopo aver sentito altre storie. Ci sono tante persone da ringraziare, iniziando dalla dottoressa Angela Mastronuzzi che con umanità e professionalità ci ha accompagnati in tutti questi mesi facendoci sentire meno soli (vorrei dirti molte più cose ma non mi basta un post). "Giacomo ha vinto la sua battaglia su un tumore cerebrale maligno e solo ora voglio condividere questo particolare, sperando possa infondere positività a molte famiglie, ma ricordando che ogni bambino ha la sua storia e il suo percorso", ha poi aggiunto. In molti l'hanno accusata per aver continuato, nonostante la malattia del figlio, a lavorare e vivere la sua vita: "A tutte quelle persone che mi hanno criticato per il sorriso, non è che sorridevo perché me ne fregavo, sorridevo perché era una gratitudine interna che non potevo spiegare e che solo i miei amici sapevano". Elena Santarelli ha annunciato su Instagram la tanto attesa guarigione del figlio Giacomo, a cui alcuni mesi fa avevano diagnosticato un tumore. Il mio grazie va anche al reparto di neurochirurgia, al primario dottor Carlo Efisio Marras, al dottor Andrea Carai, responsabile della neurochirurgia oncologica e a tutta la loro equipe e al reparto di terapia intensiva.

Giacomo ha terminato un lungo e difficile percorso medico che è passato attraverso terapie antitumorali, ospedali, speranze, sofferenze, progetti e lotte.

La speranza è ora quella che tanti bambini possano farcela proprio come ce l'ha fatta Giacomo.

Grazie a tutti i bambini e a tutte le famiglie che ho conosciuto in questo percorso: vi porto tutti nel cuore.

Gli ultimi anni non sono stati di certo semplici per Bernardo Corradi ed Elena Santarelli. "Ma purtroppo questa è una battaglia che si vince o si perde".