Google delude le attese e il titolo cede oltre il 4%

Google delude le attese e il titolo cede oltre il 4%

Alphabet però, ha deluso le aspettative degli analisti, con risultati superiori a quelli dello scorso esercizio, ma non in linea con le attese.

Alphabet, la società che controlla Google, delude le attese con entrate nel primo trimestre pari a 36,34 miliardi di dollari, contro una previsione di 37,33 miliardi di dollari. Il titolo nelle contrattazioni after hours a Wall Street ha perso oltre il 4%. Alphabet ha spiegato che la causa del rallentamento è imputabile soprattutto a YouTube, che ha reso meno del previsto in termini di pubblicità.

L'ultima multa in ordine di arrivo risale a marzo 2019, quando la Commissione Europea capitanata dal Commissario sceriffo Margrethe Vestager impose a Google il pagamento di 1,49 miliardi di euro per violazione delle norme antitrust dell'Ue.

Al netto della multa Ue, imposta per pratiche anticoncorrenziali nel mercato della pubblicità online, il colosso tech ha visto gli utili scendere a 8,3 miliardi.

Le stime degli analisti indicavano un utile per azione di 10,6 dollari e ricavi (esclusi i costi per l'acquisizione di traffico) per 30,04 miliardi. Nel complesso i ricavi sono aumentati del 17 per cento rispetto all'anno precedente, ma tra il primo trimestre del 2018 e quello del 2017 la crescita dei ricavi era stata del 28 per cento. Il cost-per-click (una misura dei prezzi per la pubblicita' attentamente monitorata) e' pero' calato del 19% annuo mentre e' salito del 5% trimestre su trimestre.

Il numero di click fatti dagli internauti su pubblicità apparse su siti legati a Google (il motore di ricerca, Gmail, YouTube) e che hanno generato introiti sono saliti del 39% annuo ma scesi del 9% rispetto all'ultimo trimestre del 2018. Nel trimestre le "impression" (quanto spesso una pubblicità e' vista sulle proprietà dei partner di Google) sono aumentate del 6% annuo e il "cost-per-impression" (quanto Google puo' fare pagare per quelle visioni) e' salito dell'1%.