Giro d'Italia, Valverde dà forfait: postumi della caduta del 25 aprile

Alla fine è stato costretto ad arrendersi e ad alzare bandiera bianca, rinunciando al primo grande obiettivo di una stagione tutta in divenire per quanto riguarda le grande corse a tappe: il Giro d'Italia.

Valverde aveva subito una forte botta all'osso sacro e si era dovuto ritirare dalla Liegi-Bastogne-Liegi di domenica scorsa. Sulla Gazzetta del 30 aprile avevamo anticipato i dubbi che c'erano sulla partecipazione del 39enne campione del mondo alla corsa rosa, che scatta sabato 11 maggio da Bologna, e oggi la Movistar ha ufficializzato la sua assenza. "Peccato non poter partecipare ad una grande prova come il Giro, ma non si deve ignorare il proprio corpo e devo recuperare al 100% per soddisfare al meglio il resto dell'anno", scrive in un tweet il corridore, augurando "buona fortuna ai miei colleghi del team in Italia". Per il momento dunque Valverde dovrà osservare un periodo di riposo forzato finché l'edema non sarà rientrato, "riposandosi senza correre rischi per tornare nelle prossime settimane al suo normale ritmo di attività e affrontare con ritrovata energia la seconda parte della stagione".