Fazio a Salvini: "Occasione di averla ospite in prossima stagione"

Fazio a Salvini:

Forse è un format che non ha più quella carica innovativa che forse aveva all'inizio. "Contiamo che il Parlamento approvi al più presto la proposta di legge della Lega che rivede i contratti e gli stipendi della tv pubblica".

"Questa sera ci sarà un buco di tre quarti d'ora perché mi sono rifiutato di andare da Fabio Fazio". La guerra sul futuro del conduttore di Che tempo che fa, è aperta: mancano due mesi alla presentazione dei palinsesti Rai. E poi ribadisce il presidente della Rai: "Spetta all'amministratore delegato trovare risposte opportune a una questione che è sul tavolo da tanto tempo".

Così il presidente della Rai Marcello Foa è intervenuto a margine di un dibattito sul palco del Festival della tv e dei nuovi media in corso a Dogliani.

"Non interferisco con il suo lavoro". Salvini, dopo aver annunciato il gran rifiuto, ha aggiunto: "Mi hanno detto, 'ma come... fa tre milioni di spettatori' ma per me la coerenza e i valori valgono di più. Nella Rai del cambiamento che vuole essere anche rispettosa del canone pubblico è chiaro che per quanto vincolato da un contratto che la Rai naturalmente deve rispettare si pone un problema di opportunità". "Netflix infatti è interessato a raccontare il nostro Paese solo se questo ha un riflesso sul mercato globale. Noi riusciremo a contrastare Netflix solo accentuando la nostra italianità". Riduciti lo stipendio chiacchierone di sinistra pagato dagli italiani. "Tagliare i superstipendi in Rai è una battaglia che portiamo avanti praticamente da sempre, Fazio sicuramente ma anche Bruno Vespa", replica Gianluigi Paragone, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Vigilanza Rai, mentre il deputato Pd Filippo Sensi, ex portavoce dei premier dem Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, parla di "una spudorata, intollerabile intimidazione della Lega a Fazio".