F1, Binotto: 'E' stata una lezione, ma non molliamo'

F1, Binotto: 'E' stata una lezione, ma non molliamo'

Se per Sebastian Vettel "per come sono andate le cose abbiamo ottenuto il massimo dei punti" e il compagno di squadra Charles Leclerc dice che "speravamo di fare qualcosa di più", il capo scuderia non accampa scuse": "E' stata una brutta sconfitta - ammette a Sky - Non è stato un buon pomeriggio, nè un buon weekend.

"Per noi è stata una lezione, ma anche uno stimolo a fare meglio": il Team Principale della Ferrari, Mattia Binotto, non si nasconde dopo l'ennesima debacle in questo inizio di stagione del campionato di F1 dove la 'Rossa' ha portato a casa appena tre podi in cinque gare, tutte vinte dalle Mercedes. Anche se, adesso, Maranello più che fare la corsa sulle Frecce d'Argento deve stare molto attenta alle prestazioni delle Red Bull.

"Qui a Barcellona faticavamo nel terzo settore e in tutte le curve lente in cui soffrivamo di sottosterzo". A oggi non abbiamo ancora la risposta su cosa non abbia funzionato. Vincendo in Bahrain o con un risultato migliore sarebbe stato diverso, ma sono convinto che siamo forti. Sui rettilinei siamo la vettura più forte e questo è un vantaggio che non dobbiamo denigrare. Cosa non funziona? Dobbiamo fare tante analisi, non abbiamo una risposta: sicuramente gli altri sono più forti su questa tipologia di tracciato e con queste curve.

MB: "I pacchetti che abbiamo portato qua hanno funzionato come ci si aspettava sia la parte aerodinamica sia quella di motore". La scelta strategia non era fatta a inizio gara, a seconda di come poi si svolgeva la gara abbiamo scelto di differenziare le strategie. "I prossimi due giorni di test saranno importanti per noi".

MB: "I nostri test erano sicuramente buoni, siamo arrivati molto preparati, l'ultimo giorno dei test hanno fatto il nostro stesso tempo, siamo venuti via dai test consapevoli che erano forti quanto noi se non eventualmente anche più forti, non ci siamo illusi in quel momento peccato venir qua e constatare che in questo momento sono più forti di noi".

"Qui abbiamo portato diversi aggiornamenti aerodinamici che hanno funzionato bene ma si sono dimostrati non sufficienti", ha dichiarato Mattia Binotto al termine della gara.

MB: "Non ci hanno preso in contropiede, poi chiaro uno ad ogni gara va per vincere credo che avevamo il potenziale in alcune di queste per farlo".