Dichiarazione del Presidente Oliverio sul comizio di Salvini a Catanzaro

Dichiarazione del Presidente Oliverio sul comizio di Salvini a Catanzaro

L'arrivo di Salvini ha messo in moto la galassia no-global dell'Alto Vicentino: il centro sociale Arcadia ha organizzato per le 18 un presidio di contestazione nella vicina piazza Rossi, sotto il duomo.

Prende carta e penna e scrive al premier Giuseppe Conte e al ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi per sollecitare "un salto di qualità" sui rimpatri. Il riferimento è evidente: il caso dei 36 migranti salvati dalla Marina militare.

L'attenzione di Salvini si è focalizzata sulla Mare Jonio. Il capo del governo italiano spiega poi la sua strategia: "L'ideale sarebbe mettere fine a questa guerra", ha aggiunto, riconoscendo però che le recenti "dichiarazioni americane non invitano all'ottimismo".

L'ipotesi accusatoria è quella di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. "Grazie a noi, la Cina ha accettato di sottoscrivere l'agenda del 2030, i principi di reciprocità, la trasparenza, la sostenibilità finanziaria (...) E l'Italia non è stato il primo Paese ad aderire al suo progetto, siamo in 14 ad aver firmato il memorandum".

Salvini, comunque, non entra in polemica: "Conte è il presidente del Consiglio, ci mancherebbe altro, io mi occupo di ordine pubblico e lui fa il premier", dice. "La cosa positiva è che questa nave è stata sequestrata un'altra volta, spero che si arrenda e smetta di girare nel Mediterraneo, facendo una serie di azioni che evidentemente hanno qualcosa che non va". In più, "i dati personali saranno conservati per il periodo di tempo necessario per il conseguimento delle finalità per le quali sono raccolti e trattati e, in ogni caso, non oltre il 31 maggio 2020", quindi ben oltre il 26 maggio 2019, giorno delle elezioni europee e termine ultimo per partecipare al #VinciSalvini.

Ieri c'è stata anche l'ennesima tragedia: settanta morti su un barcone naufragato a quaranta miglia dalle coste tunisine. Arrivato a Catanzaro da capo politico della Lega per un comizio elettorale in vista delle prossime europee, Salvini non è stato accolto solo da militanti e simpatizzanti del Carroccio, ma anche da una protesta per nulla simbolica.