Criscito rianima il Genoa: 1-1 col Cagliari, sardi matematicamente salvi

Criscito rianima il Genoa: 1-1 col Cagliari, sardi matematicamente salvi

Klavan ha bruciato la sua buona gara provocando il fallo di rigore che ha rianimato il popolo grifone. Dopo la partita con il Frosinone nessuno si aspettava una situazione del genere, ma mentalmente stiamo bene.

Per evitare pessimi risvolti finali il Genoa si appresta alla partita decisiva davanti al proprio pubblico con 180 minuti da giocare.

Leonardo Pavoletti, ex conoscenza rossoblù tanto amata dal popolo genoano, si è reso protagonista ieri sera della rete che non solo gli ha permesso di battere il suo record personale di marcature, ma da una parte ha garantito la matematica salvezza del suo Cagliari, mentre dall'altra ha complicato la lotta salvezza del Genoa. Una prova d'appello in cui i liguri devono racimolare tre punti preziosi per allontanare la minaccia Empoli. Scelta che però non porta frutti importanti: il Genoa stenta, il Cagliari, che ha poco da chiedere, gestisce senza patemi.

L'unico acuto di un primo tempo che diventa anonimo, è di Pandev che accende la miccia al 26′ impegnando Cragno in una intervento decisivo per mantenere inviolata la propria porta. Al 40' passano i sardi con Pavoletti che stoppa in area un pallone, manda a vuoto Gunter e batte Radu con un destro potente.

La ripresa però non vive di momenti particolarmente esaltanti. Maran lascia in panchina Joao Pedro preferendogli Cerri.

La partita s'infiamma, il Genoa vuole il raddoppio.

Cesare Prandelli dopo il pareggio contro il Cagliari ha parlato così ai microfoni di Sky: "Per fortuna abbiamo pareggiato, abbiamo sempre questa preoccupazione quando arriviamo in aria di rigore, quest'ansia di fare gol". Criscito va sul dischetto e realizza.