Come cambiano (e perché cambiano) Facebook e Instagram

Come cambiano (e perché cambiano) Facebook e Instagram

Oltre agli aggiornamenti della popolare chat, ci saranno novità anche per Messenger e Instagram, mentre vedremo cosa ci riserverà il futuro della realtà virtuale nei nuovi nuovi visori Oculus.

Ma i cambiamenti più radicali riguarderanno i gruppi, la feature che più di ogni altra tiene a galla la piattaforma: saranno più accessibili e immediati per chi è alla ricerca di contesti più intimi, e allo stesso tempo più controllati per evitare abusi e comunità che incitano alla violenza. Questo consentirà in WhatsApp Business alle aziende appunto di mostrare direttamente i cataloghi dei prodotti: in questo modo l'utente si informa sui prezzi e oggetti direttamente dall'app, senza abbandonarla ed è una maniera più veloce per comunicare con la clientela. Presto, infatti, il social network avrà un look tutto nuovo, più luminoso e leggibile di quello che conosciamo.

Se il mondo, almeno parzialmente, si chiude, anche Facebook lo asseconda. Nelle versioni beta della stessa, relative ad Android, in passato si è più volte avvistata questa modalità che stresserebbe meno gli occhi, e farebbe risparmiare di più la batteria sui display AMOLED: era, quindi lecito attendersi a breve il rilascio di questa funzionalità. I cambiamenti riguardano in primo luogo l'applicazione mobile, e poi la versione desktop.

Insomma, Instagram è la perfetta scialuppa di salvataggio per il social network che fino a tre o quattro anni fa appariva una corazzata impossibile da fermare e che adesso invece è sempre più sul punto di affondare, a causa degli scandali e del cambiamento delle abitudini degli utenti, in particolare nell'ambitissima fascia tra i 12 e i 34 anni.

Sulla privacy e sulla perdita dei dati degli utenti, un tema in cui Facebook è stato al centro di numerose polemiche, il nuovo aggiornamento dovrebbe garantire una maggiore tutela per gli utenti. Tramite le stories del social sarà inoltre possibile organizzare raccolte fondi. La funzione, che si chiama Instagram Checkout. L'obiettivo è quello di arrivare in un ambiente unico, dove il mittente può scrivere un messaggio privato su Instagram e inviarlo, ad esempio, all'account di WhatsApp del ricevente, oppure inviare un messaggio da WhatsApp e riceverlo Instagram Direct, o ancora, riceve un messaggio su WhatsApp inviato da Facebook Messenger. Un passaggio fondamentale per armonizzare le tre app di messaggistica.