Berrettini in finale a Monaco, Agut k.o. (6-4, 6-2)

Berrettini in finale a Monaco, Agut k.o. (6-4, 6-2)

Per il 22enne di Santiago del Cile - che nell'unica semifinale giocata sabato aveva fermato la corsa di Marco Cecchinato - quella in Baviera è la terza finale stagionale, e in carriera, sempre sulla terra: ha perso quella di San Paolo contro l'argentino Guido Pella ed ha vinto quella di Houston contro il norvegese Casper Ruud.

Nel secondo parziale la musica cambia, visto che Berrettini aumenta i giri del motore nei turni di battuta e riesce senza problemi a fare gara di testa fino all'ottavo game. Nella partita decisiva tutto sembra andare all'aria per il maggiore dei fratelli Berrettini quando perde il servizio all'ottavo gioco ma le sorti dell'incontro sono ancora in bilico quando al game successivo porta a casa il contro-break.

Prosegue invece la maledizione azzurra a Monaco: dopo il successo di Martin Mulligan nel 1968, sono infatte arrivate le sconfitte in finale di Bolelli (nel 2008), Fognini (nel 2014) ed infine di Berrettini quest'oggi.

I primi tre game del match seguono il servizio, poi Matteo si fa brekkare nel quarto dopo essere stato in vantaggio 30-0 e facendo negli ultimi due punti un doppio fallo e un errore su una volée di dritto facilissima. Un meraviglioso passante di rovescio manda sul 6-1 il cileno, che chiude i conti al primo match point dopo due ore e dieci minuti di battaglia. Tra Berrettini e Garin non ci sono precedenti.