Barcellona: Vettel e la Ferrari con il morale alto

Barcellona: Vettel e la Ferrari con il morale alto

Siamo leggermente dietro alla Mercedes, la strada è lunga e possiamo ancora capovolgere la situazione.

ROSSA AGGIORNATA Metafore calcistiche a parte, il tedesco si è detto fiducioso degli sforzi fatti a Maranello per migliorare una monoposto sin qui veloce ma difficile da mettere a punto: "Speriamo di migliorare la macchina, abbiamo portato nuovi pezzi già a Baku e qua ci sarà un nuovo set di aggiornamenti. L'anno scorso eravamo in posizione migliore, ma il nostro morale è buono". Il team è in ottime condizioni e dopo qualche nuovo pezzo introdurremo anche un nuovo motore e pensiamo di poter essere più veloci"."La macchina è andata bene nei test che abbiamo effettuato qui prima del mondiale e poi siamo arrivati in Australia e non siamo riusciti a ripetere quanto di buono mostrato e non avevamo le stesse sensazioni. Il motivo del mio miglioramento è il lavoro, lavorando sodo poi è solo questione di tempo per ottenere ciò che vuoi. Saremo molto competitivi se torneremo a quel livello. Credo che come è accaduto recentemente nella Champions League, in cui una squadra ha rimontato un passivo molto pesante in partenza, anche in casa nostra sia forte la volontà di invertire la tendenza dopo un inizio non facile sotto il profilo dei risultati. "Ce la metteremo tutta". Charles Leclerc guarda ai risultati della Champions calcistica per caricare la Ferrari in vista del Gp di Spagna, quinta prova del mondiale di formula 1. Sarà battaglia sul circuito del Montmelò, uno dei tracciati più conosciuti dai piloti, sia perchè ci si corre dai primi anni '90, sia perchè è ampiamente impegnato per i test pre-stagionali. Un duello serrato tra i due compagni, che hanno vinto due GP a testa e che in Catalogna vogliono calare il tris.

Il quattro volte campione del mondo di F1 è convinto che manchi qualche dettaglio per avere una SF90 costantemente vincente. "Ogni giorno sono sempre più consapevole di questo" ha proseguito.

Tra queste, spiccano certamente i nuovi specchietti retrovisori, che ora, con il nuovo supporto ancorato al telaio diventa una vera e propria ala a scopo aerodinamico.