Banksy a Venezia: il celebre street artist "cacciato" dai vigili

Banksy a Venezia: il celebre street artist

Quello che però fino a ieri sera nessuno sapeva è che lo street artist britannico di cui è ignota l'identità ha tenuto una specie di performance per le strade di Venezia: ieri sera, sul suo account Instagram, ha pubblicato un video per offrire testimonianza al suo pubblico.

L'artista si è finto pittore ambulante e ha costruito una bancarella in cui ha messo in mostra la sua ennesima provocazione: una serie di quadri dipinti a olio che, insieme, compongono un'immagine della laguna invasa da una enorme nave da crociera. "Sto mettendo a posto il mio stand alla biennale di Venezia" scrive in un post sui social divulgando l'installazione veneziana.

Nel video l'artista lamenta anche di non essere stato mai invitato alla Biennale d'Arte e lancia così una stoccata agli organizzatori che non darebbero spazio alla sua particolarissima forma espressiva. Ma secondo la Polizia municipale, il video sarebbe stato studiato a tavolino mentre in sincronia temporale dietro il quadro passava una nave da crociera in bacino San Marco.

"Eravamo stati allertati dai Guardians - afferma all'ANSA il comandante della Polizia Municipale lagunare, Marco Agostini -". Ma Bansky ha trovato il modo di esporre comunque le sue opere, facendo discutere come al solito con le sue provocazioni artistiche. "Due agenti si sono avvicinati, quando l'opera era già esposta, ed hanno chiesto, in inglese, alla persona interpellata se aveva l'autorizzazione, invitandola poi ad allontanarsi, senza alcuna multa". Insomma, Banksy non smette mai di stupirci!