Atalanta, Gasperini: "Siamo noi il vero obiettivo di Ranieri"

Atalanta, Gasperini:

Come da programma Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta, si è presentato in conferenza stampa per presentare la sfida di domani contro la Lazio. A quattro partite dalla fine con una classifica così corta è una questione di singola partita.

La partita di domani è una prova generale per la Coppa Italia? Noi viviamo lo stesso, ma ci teniamo comunque. "Gli aspetti economici pesano, poi ci sono quelli sportivi che sono un'altra cosa.". Perché? Se devi ripartire, devi più o meno rifondare e devi puntare sui giovani Gasperini viene individuato dalla proprietà e dall'entourage la persona ideale per ripartire, molto più degli altri nomi che sono fatti. "Le critiche arrivano da ogni parte, qui si pensa al campo". Non ci resta che sorridere e giocare: non ce la prendiamo affatto.

Qual è la squadra che teme di più nella corsa Champions League?

"Credo che abbia voluto mettere un po' di veleno". Il Milan, di fatto, rappresenterebbe una grossa tentazione per l'allenatore: la sensazione è che molto dipenderà anche dal piazzamento finale dell'Atalanta. Le prossime partite decideranno la stagione, ora tutte le sfide sono difficili. A me risulta che il nome che in questo momento al Milan intriga di più sia quello di Gian Piero Gasperini, mi risulta anche che ci siano stati dei contatti indiretti, cioè Gasperini è a conoscenza di questo grande gradimento. Si va sempre a guardare dove si è perso dei punti, se siamo tutte lì l'equilibrio è altissimo. Giocano tutte le squadre, anche quelle che non hanno un obiettivo.