Sanremo Giovani World Tour, i giovani talenti italiani nel mondo

Sanremo Giovani World Tour, i giovani talenti italiani nel mondo

Promuovere la cultura e la lingua italiana e sostenere l'industria creativa del nostro Paese nel mondo. La tournee toccherà sette città e cinque continenti, partirà il 31 marzo e porterà sul palco i finalisti di Sanremo Giovani 2018. Da Einar ai La Rua, passando per Federica Abbate (indisponibile per le prime tappe causa malattia), Nyvinne e i Deschema.

Mahmood, vincitore della 69° edizione del Festival di Sanremo, ha assicurato la sua presenza nella tappa iniziale di Tunisi e in quella finale di Bruxelles. Poi, il 3 aprile approderà a Tokyo, il 6 a Sydney, il 9 a Buenos Aires, il 12 a Toronto, il 15 a Barcellona e il 16 a Bruxelles. "Mettiamo a disposizione la rete diplomatica e consolare e gli Istituti di Cultura come una piattaforma per la promozione dei giovani talenti italiani". Insomma, i Giovani sono stati spesso serbatoio importante e per questo motivo Claudio Baglioni aveva tentato una strada diversa, separando la gara dai Big, portandola a dicembre quando sono state trasmesse 6 puntate dedicate esclusivamente a loro, con due prime serate in cui sono stati votati i due che avrebbero preso parte alla gara dei Big (Einar oltre a Mahmood).