Lazio, Inzaghi: "Spero il campionato non sia influenzato dall’esterno"

Lazio, Inzaghi:

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi interverrà in conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Sassuolo domani, sabato 6 aprile, alle ore 14:00 presso la sala stampa del Centro Sportivo di Formello.

"Domani è una partita importante per la nostra classifica, torniamo davanti ai nostri tifosi dopo due trasferte". Veniamo da un ko che brucia, sarebbe dovuta finire diversamente con la Spal. "Affrontiamo una squadra frizzante e giovane, che può crearci delle insidie".

FORMAZIONE - Previsto qualche cambio: "La gara con la Spal l'abbiamo preparata bene nel poco tempo che avevamo a disposizione, probabilmente avremmo dovuto fare subito gol nelle poche occasioni che ci hanno concesso". Nel post match di Ferrara l'ho detto, dovevamo essere più cinici, ci hanno aspettato, dovevamo essere spietati.

"Sono molto soddisfatto di Immobile, Correa e Caicedo, ci stanno dando una grande mano affinché la squadra sia compatta e subisca meno gol". L'impegno di Ciro non si può contestare, ha la massima fiducia e domani partirà titolare. Per noi Ciro è fondamentale, domani giocherà, devo scegliere chi mettere al suo fianco, gli altri due stanno bene, devo valutare. Sono tutti convocati tranne Berisha e Lukaku. Berisha al rientro da Ferrara ha avuto un indolenzimento al polpaccio e con lo staff medico abbiamo deciso così. "Deciderò domani, vedremo la situazione".

ATTACCO - "Sta crescendo anche molto Pedro Neto, chiedo più ai miei attaccanti quest'anno. Massima attenzione al Sassuolo che ha già creato insidie a varie squadre, compresa la nostra". Quando non riesci a segnare, meriti quantomeno di non perdere la partita. "C'è stata questa chiamata al 90' del Var, come il gol di Criscito con il Genoa al 94' dopo un pareggio rocambolesco". Con il campo che dirà da che posto in classifica saremo. Con il Var abbiamo avuto casi unici. I primi a subire un rigore con un avversario che dice che "non c'è niente". "La mia dirigenza ha detto qualcosa, ha pagato, noi vogliamo rispondere solo sul campo". Io ne ho parlato due anni fa di Var, ma vogliamo che parli solo il campo.

"C'è un pizzichino di rammarico, dopo la sosta abbiamo avuto due trasferte ravvicinate". Sarebbe stato meglio giocare alle 15 con il Sassuolo, ma alle 18 verranno comunque in tanti per incitarci.

Tattica. "Dobbiamo fare la concorrenza sui noi stessi. Anche a Ferrara sono venuti in tanti ad aiutarci".