La lite su Spal - Juve si conclude con una coltellata

La lite su Spal - Juve si conclude con una coltellata

Falsata? Leggendo la formazione della Juventus ci sono nove nazionali, più Bernardeschi che è entrato. Con l'Ajax non sarà facile, penso che si debba cercare di fare più gol possibili perché gli olandesi un gol credo che lo segneranno, ci vorrà una grande prestazione. Semplici sottolinea i meriti dei suoi giocatori che dopo essersi ritrovati in svantaggio hanno avuto la forza di ribaltare il risultato nella ripresa: "Non credo che i bianconeri fossero ragazzi ingenui o che disputavano per la prima volta un campionato importante. Se poi vogliamo mettere in discussione che i calciatori presenti in campo sono peggiori di quelli che lottano per salvarsi, possiamo dire tutto". Poi non mi sembra sia la prima volta che una piccola batte una grande. "C'erano giocatori difficili da battere, abbiamo affrontato la Juve in un momento particolare e lo abbiamo sfruttato", ha detto il tecnico dei ferraresi. Può essere un vantaggio affrontare una squadra che non è super concentrata. Io allenare una grande? "Sicuramente da parte mia c'è l'ambizione di poter migliorare e mi auguro di poter avere anche questa esperienza".

FUTURO - "Ma il mio futuro parte dal mio presente che è la salvezza della SPAL, che varrebbe il secondo scudetto di fila. Sono concentratissimo su questo". "Ora le partite diminuiscono, come i punti a disposizione e l'attenzione è differente rispetto all'inizìo del campionato". "Il lunedì siamo tutti bravi a giudicare e questo è un aspetto esclusivo della nostra cultura calcistica".

Le prossime giornate? "Abbiamo due scontri diretti importantissimi". Centrando risultati positivi possiamo avvicinare di molto la salvezza e abbiamo i mezzi per farlo.

Petagna? "Noi lo abbiamo preso perché tenevamo alle sue qualità". Ora gioca più vicino alla porta e ottiene risultati migliori rispetto all'inizio.