Inter, Politano ironico: "fino al tiro sembro Robben, ma dopo…"

Inter, Politano ironico:

Quando vedi il derby di Milano è sempre tutto pieno, in campo ci sono grandissimi giocatori ed è bello giocarci. Ho avuto alti e bassi in stagione, non ero abituato a giocare così tanto e ho avuto un calo fisico, però sono abbastanza contento - prosegue Politano -. Futuro? Adesso mancano 10 partite e cercherò di fare il massimo, ci tengo a essere riscattato e per me sarebbe bellissimo rimanere qui.

"Diciamo che è l mia caratteristica".

Controlli palla, rientri sul sinistro e calci sul secondo palo: è un movimento che si allena? Anche dopo l'allenamento mi fermo con Handanovic a provare quella giocata.

Allo stadio si sentiva un tifoso che diceva: fino al tiro sembra Robben. Certo", ammette scherzando, "il problema è dopo. Robben mi è sempre piaciuto, lo vedevo simile a me, anche se molto molto più forte di me. "A volte mi fermo un attimo, invece di attaccare la porta, in quello devo migliorare".

Quanto ti senti importante in questo gruppo? Siamo tutti di alto livello, quindi bisogna dare sempre il 100%. "Quando qualcuno da il 90% già la squadra fatica". Che rapporto hai con lui? Ecco i passaggi più significativi: "Ho un rapporto bellissimo con Spalletti, parliamo spesso e mi dà tanti consigli, mi chiede di essere più cattivo".

L'Inter sta vivendo un periodo della stagione piuttosto altalenante, dal momento che è stata eliminata dall'Europa League ai danni dell'Eintracht Francoforte e ha perso l'ultima sfida contro la Lazio, ma ha trionfato nel derby contro il Milan riconquistando il terzo posto in classifica.

"Quello che sto facendo, l'esterno".

"L'anno scorso al Sassuolo con Iachini ho fatto la prima punta insieme a Berardi e mi sono trovato bene".