I migranti sulla Alan Kurdi distribuiti in 4 paesi Ue

I migranti sulla Alan Kurdi distribuiti in 4 paesi Ue

Le 64 persone a bordo, già in condizioni sanitarie molto difficili, sono sbarcati a Malta e verranno redistribuiti tra quattro Paesi dell'Unione Europea: Germania, Francia, Lussemburgo e Portogallo.

L'equipaggio e gli occupanti, che nei giorni scorsi avevano per l'ennesima volta lanciato un drammatico appello, dicendo che ormai acqua e vivere erano razionati, ha ricevuto almeno un aiuto: da Malta è partita un imbarcazione con rifornimenti per la Alan Kurdi: cibo e medicinali sono stati portati dalla ong maltese Moas di Regina Catrambone.

Lampedusa, sbarcano 70 migranti. La nave era bloccata da più di una settimana al largo della costa. Autorizzazione che è stata rilasciata dal governo di Joseph Muscat, secondo quanto annunciato dallo stesso premier tramite Twitter, riporta Repubblica.

Ha detto che Malta avrebbe anche potuto scegliere di far entrare la nave Alan Kurdi, ma questo avrebbe dovuto preparare il paese ad un'estate in cui le navi delle Ong avrebbero poi portato tutti i migranti salvati sull'isola.

"Ottime notizie! - ha twittato Salvini - Come promesso, nessun immigrato a bordo della nave Alan Kurdi arriverà in Italia". Fanno bene i maltesi a denunciare la pericolosità delle Ong, siamo al loro fianco nella lotta ai trafficanti di esseri umani.

"La vicenda della Alan Kurdi - prosegue il vicepremier leghista - rafforza la collaborazione tra Italia e Malta contro i trafficanti di esseri umani: non possiamo essere lasciati soli a fronteggiare sbarchi e trafficanti di esseri umani. Noi e Malta siamo stati i primi a dirlo, e ora se ne accorgono in tutta Europa". Ribadiamo, con forza, che le Ong non sono al di sopra della legge.