Fiandre donne, impresa della Bastianelli che vince in volata

Fiandre donne, impresa della Bastianelli che vince in volata

Un successo, il primo in carriera per il corridore toscano, che arriva a 70 anni da quello ottenuto da un altro toscano, Fiorenzo Magni che, grazie ai suoi successi (tre) nella classica del nord, si guadagnò il soprannome di 'Leone delle Fiandre'.

Bettiol, 25 anni toscano della Education First, ha sferrato l'attacco decisivo a circa 18 km. dall'arrivo nell'approccio al penultimo muro, il vecchio Kwaremont, sfruttando una condizione invidiabile ed una predisposizione alle strade del Belgio, terreno di allenamento ideale del toscano. Tutta la mia squadra ha fatto un lavoro super: "sapevamo che qui potevamo vincere", ha aggiunto Bettiol. Alle sue spalle, staccato di 13 secondi sul traguardo di Oudenaarde, si è piazzato il danese Kasper Asgreen, mentre sul terzo gradino del podio è giunto il norvegese Alexander Kristoff.

Così il Presidente Renato Di Rocco, a nome di tutto il movimento ciclistico italiano: "Che giornata fantastica per il ciclismo e lo sport italiano!"

I tanti appassionati di ciclismo del Mugello, erano tutti davanti alla TV per seguire le entusiasmanti fasi del Giro delle Fiandre, una delle più prestigiose gare ciclistiche al mondo, dopo che la mattina questa corsa era stata vinta dall'italiana Marta Bastianelli. Impresa quindi non solo per Bettiol, ma anche per la campionessa d'Europa, del team Ale' Cipollini, che ha regolato allo sprint la olandese Annemiek Van Vleuten e la danese Cecilie Uttrup Ludwig, sue compagne di fuga. Hanno risposto con prontezza Bastianelli e Ludwig. Al quarto posto un'altra azzurra, ovvero, Sofia Bertizzolo.