Fabrizio Corona, il medico: "Liberatelo, potrebbe suicidarsi". Le proteste di Nina Moric

Fabrizio Corona, il medico:

L'imprenditore 45enne è in carcere dallo scorso 25 marzo, quando gli è stato sospeso l'affidamento terapeutico che gli aveva consentito di uscire da San Vittore nel febbraio del 2018.

Corona in carcere sta male?

Rischia non soltanto di restare in carcere a lungo Fabrizio Corona, ma anche di dover scontare di nuovo, e sempre dietro le sbarre, anche quel periodo di un anno o poco più che ha già trascorso in affidamento terapeutico, un periodo che si andrebbe ad accumulare alla sua pena residua. Drastica la richiesta dell'Avvocato Generale Gatto con l'invocazione della revoca 'ex tunc' dell'affidamento dal 21 febbraio che, se dovesse essere accolta, significherebbe annullare piu' di un anno di pena scontata.

Intanto Ivano Chiesa, che si occupa della difesa del signor Corona, auspica un nuovo affidamento terapeutico, seppure con una serie di restrizioni. In sostanza l'ex re dei paparazzi dovrebbe frequentare la comunità di recupero almeno tre volte a settimana, con la possibilità però di dormire in casa. I prossimi giorni saranno decisivi, poiché il tribunale stabilirà come procedere con il caso Corona. Ha beneficiato dell'affidamento terapeutico, prima provvisorio e poi definitivo: fuori dal carcere avrebbe dovuto rispettare alcune prescrizioni, imposte dal magistrato di sorveglianza Simone Luerti e "allentate" col passare del tempo (tanto che era potuto tornare a lavorare).

Fabrizio Corona non fa smettere mai di parlare di sé.