Di Maio: "Preoccupa la Lega alleata con chi nega l’Olocausto"

Di Maio:

"Abbiamo una priorità, in questo momento, che è quella di fare andare avanti in maniera compatta il Governo e questo provvedimento" contro la violenza sulle donne. Nelle prossime ore è previsto l'ok della Camera, poi il passaggio al Senato. Il motivo è che l'emendamento che introduce la cosiddetta "castrazione chimica" non è condiviso dal Movimento 5 stelle, per cui i leghisti hanno preferito per adesso non suscitare ulteriori spaccature nel governo giallo-verde. In data 3 aprile 2019 è stato approvato con il voto unanime dell'Assemblea, nonostante il duro scontro che si è consumato in Aula tra maggioranza e opposizioni proprio sulla "porno vendetta".

Tuttavia, alla domanda "Se le europee si tenessero domani, saprebbe per chi votare?", vi è ancora un alto tasso di astenuti (17,5%) e di indecisi (27,7%), anche se oltre la metà degli intervistati (precisamente il 54,8%) saprebbe effettivamente chi votare. Non solo sui singoli temi, ma ora anche negli scontri tra i due vicepresidenti del Consiglio. Sembra aver innestato la quinta marcia il M5S tornato a crescere già da diverse settimane, mentre la Lega di Salvini sembra segnare il passo dopo un lungo periodo di ascesa. Queste proposte non passeranno mai finché il MoVimento resterà al governo, perché noi abbiamo un'altra idea di fare politica.

I due vicepremier ritrovano invece compattezza quando si tratta di inviare messaggi ultimativi al ministro dell'Economia Tria, sotto accusa per le lentezze nei rimborsi ai truffati delle banche: i rimborsi "dovevano partire ieri".

Intanto la giornata segna l'unità ritrovata del Parlamento intorno al revenge porn. So che come sempre non manchera'. "Bella testimonianza da parte di una nostra fondamentale istituzione", esulta il premier, Giuseppe Conte. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a margine dell'incontro 'L'Italia che funziona' alla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.