Conte, no patrimoniale e su "anno bellissimo" ritratta: "una battuta"

Conte, no patrimoniale e su

Dopo il Consiglio dei Ministri sul Documento di Economia e Finanza, il premier Giuseppe Conte ha rispolverato una parola fermamente condannata dal governo a guida Lega-Movimento Cinque Stelle: spending review. Del resto, anche Di Maio ribadiva che "aumentare l'Iva per fare la flat tax è una follia, la flat tax si farà ma non aumentando l'Iva". Rispondendo, invece, ad una domanda riguardo ai motivi delle stime basate sul +0,2% del PIL, il vicepremier ha affermato che il governo intende semplicemente essere prudente: "Meglio esserlo prima, per poi fare in modo che il Paese possa correre". Il capo del Governo ha fatto sapere che, per evitare l'aumento dell'Iva, si punterà su una spending review. "Le privatizzazioni - aggiunge - sono un programma che sta andando avanti". Il premier ha inoltre espresso critiche - ma a titolo strettamente personale - sull'opportunità di realizzare la programmazione economica così in anticipo rispetto alla reale concretizzazione di eventuali riforme e dunque in generale sull'aggiornamento del DEF in questo periodo dell'anno, definendolo prematuro, pur sottolineando la convinzione del CdM di aver dato un'impostazione corretta a fronte delle aspettative.

A Bruxelles: ci auguriamo che la crecita sia superiore allo 0,2%.

Il premier Conte spiega: "Abbiamo adottato" il decreto crescita "e deliberato salvo intese". Conte aveva invece parlato in mattinata assicurando che il Governo avrebbe evitato l'aumento dell'Iva. "Però sia costretti a farlo", ha aggiunto Conte.