Colpo di Stato in Sudan

Colpo di Stato in Sudan

L'esercito sudanese - riferiscono diversi media africani paventando un colpo di Stato in atto - ha circondato il palazzo presidenziale con uomini e mezzi, mentre si attende ancora l'annunciato discorso a reti unificate.

Per ora i militari hanno solo lanciato la notizia, a reti unificati, che presto ci sarà un annuncio: "L'esercito sudanese farà un'importante dichiarazione". Da cinque giorni migliaia di sudanesi protestano davanti al quartier generale dell'esercito chiedendo che il presidente, Omar Al Bashir, lasci il potere dopo 30 anni. Sempre stando alle informazioni di Al-Arabiya anche Ahmed Haroun, a capo del National Congress Party, il partito che governa il Sudan, sarebbe stato arrestato. Ora la folla celebra nelle strade con canti patriottici e slogan come "nuova era, nuova nazione" gli avvenimenti delle ultime ore. Ma stavolta le manifestazioni sono andate avant, nonostante le repressioni da parte delle forze di sicurezza speciali governative. Molti attivisti sono stati arrestati, i feriti negli scontri sono centinaia e si stima che i morti possano essere oltre 50. "Si chiede il pieno rispetto dei diritti umani, compresa la libertà di riunione, la libertà di espressione e la liberazione dei manifestanti detenuti".