Vittoria 'sub iudice' per Dovizioso

Vittoria 'sub iudice' per Dovizioso

Mi sono divertito tanto perché ho fatto tanti sorpassi. Nell'ultima parte della gara sono arrivato lì vicino e ho chiuso a solo sei decimi dalla vittoria. Fino ad allora il gruppetto dei primi ha adottato un'andatura conservativa, che ha consentito a Valentino Rossi di ricongiungersi, e a Rins di comandare la corsa per qualche curva. Nel complesso, la Yamaha continua a scivolare e non consente di aprire il gas con la stessa rapidità delle moto migliori, ed è questo l'aspetto che sottolinea Valentino a fine gara. La prestazione di Maverick Vinales, suo compagno di squadra, è stata piuttosto deludente rispetto alle prove. Reclamo che è stato respinto. Davvero ha fatto due giri capolavoro, da paura!

MotoGP Qatar, Dovizioso trionfa su Marquez.

Andrea Dovizioso ci ha proprio preso gusto: la gara inaugurale della MotoGP è ancora una volta roba sua, esattamente come accaduto un anno fa, con lo sprint vincente su Marquez che nell'opening race della passata stagione si era fermato a 27 centesimi dal pilota forlivese a fronte dei 23 di quest'anno. I quattro team però si sono appellati contro la decisione così, in mancanza di elementi sufficienti per prendere una decisione corretta, deciderà tutto nei prossimi giorni la Corte d'Appello della FIM. D'altra parte, c'è un regolamento e bisogna fare tutti i controlli del caso, ma Dall'Ignia, che ha progettato la Ducati, non è certo un neofita e se ha realizzato la Ducati in questa maniera si vede che ha ritenuto valida un'interpretazione del genere. Come hanno sottolineato anche gli inviati di Sky Sport, il direttore tecnico della MotoGP, delegato della Federazione internazionale motociclismo, avrebbe già verificato e validato questo strumento nel corso dei test. Ho sbagliato, non ho scalato bene. "E pensare a tutti quelli che non credevano in me..."