Truffa diamanti, Banco BPM sospende il direttore generale Faroni

Truffa diamanti, Banco BPM sospende il direttore generale Faroni

Banco Bpm ha spiegato in una nota di aver "preso atto" dei contenuti del decreto di sequestro preventivo notificato dalla Guardia di Finanza in relazione all'inchiesta sui diamanti.

Per lui, come per Pietro Gaspardo che in precedenza era responsabile pianificazione e marketing retail della banca, e per Angelo Lo Giudice, ai tempi dei fatti responsabile compliance della banca, il cda ha disposto la sospensione dal servizio. Nel ribadire la natura cautelare del provvedimento assunto, la Banca si è detta pienamente confidente nell'operato dell'Autorità Giudiziaria, a tutela di tutti i soggetti coinvolti. Secondo l'accusa due società - la Intermarket diamond business e la Diamond private investment - avrebbero fatto comprare diamanti a investitori e risparmiatori gonfiando il valore dei preziosi, ricorrendo anche a false quotazioni pubblicate sui giornali. Ma chissà se l'inchiesta che ha portato la Gdf a sequestrare preventivamente oltre 700 milioni di euro anche carico di UniCredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti non scoperchi un vaso di pandora che in Banco Bpm ha anche il sapore di un antico regolamento dei conti.