Torino, Ncc chiedono reddito cittadinanza: "Governo ci impedisce di lavorare"

Torino, Ncc chiedono reddito cittadinanza:

Tutti in fila per chiedere il reddito di cittadinanza. Alla protesta ha aderito anche l'associazione Fai Trasporto Persone. Non si possono lasciare a casa migliaia di persone.

"Siamo qui sotto il palazzo della Regione Campania - ha spiegato Gennaro Lametta, coordinatore Interprovinciale Federnoleggi - per chiedere al presidente De Luca che si è dimostrato sensibile alla nostra vertenza, di intervenire in ambito della Conferenza Stato Regioni, per chiedere le adeguate giuste modifiche al regolamento che così come varato mette spalle al muto gli Ncc in Italia come in Campania dove sono circa 10mila addetti hanno trovato collocazione lavorativa".

Le manifestazioni delle imprese di trasporto pubblico non di linea con conducente si sono svolte nelle principali citta' italiane da Milano a Roma, da Napoli a Firenze e a Torino prima davanti alle sedi delle Regioni, per richiedere il loro sostegno nei confronti del Governo che nega qualunque apertura e poi agli uffici delle Poste. Sono i gli autisti delle compagnie di auto a noleggio con conducente (NCC) che da fine mese rischiano di vedere andare in fumo il proprio posto di lavoro. "Non ci piace scendere in piazza a protestare, preferiamo stare in strada a lavorare, ma crediamo che sia venuto il tempo di essere ascoltati e compresi per questo siamo costretti a alzare la nostra voce", conclude Artusa. Noi chiediamo che venga modificata la norma sull'obbligo di rientro in rimessa dopo il servizio e l'obbligo di compilare il foglio di servizio che pone evidenti problemi di rispetto della privacy dei nostri clienti Se questo Governo vuole cancellare il mondo delle imprese e del lavoro sostituendolo con un sistema assistenzialista, noi come imprese abbiamo il dovere di dire che non ci stiamo. Alle 10 gli autisti si daranno appuntamento davanti alla sede della Regione Lazio in piazza Oderico da Pordenone, poi alle 12 tutti in fila all'ufficio postale di via Marmorata 4.