Tirreno-Adriatico, Alaphilippe davanti ai velocisti nella tappa di Jesi

Tirreno-Adriatico, Alaphilippe davanti ai velocisti nella tappa di Jesi

Il vincitore di tappa, Julian Alaphilippe, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: "Non sono un velocista ma so di poter essere pericoloso in uno sprint dopo una giornata dura come questa". "Evaso" dal gruppo a 35 chilometri dal traguardo, caduto una prima volta in discesa, una seconda a tre chilometri dal traguardo e riacciuffato da tre inseguitori, il kazako Alexey Lutsenko è riuscito comunque a conquistare (in volata) la quarta tappa della Tirreno-Adriatico, dal centro storico di Foligno a Fossombrone.

La frazione è stata animata da sette uomini: il "sempre presente" Mirco Maestri della Bardiani Csf, Davide Ballerini della Astana, Gijs Van Hoecke della CCC, Igor Boev della Gazprom Rusvelo, José Joaquin Rojas della Movistar, Dayer Quintana della Neri Sottoli e Ben King della Dimension Data. Tutto si è svolto alla perfezione, Jesi ha dato ancora una volta prova di grandi capacità organizzative. In classifica il britannico Adam Yates (Mitchelton Scott) mantiene la testa della generale.

2 Davide Cimolai s.t. Tutto si deciderà nella cronometro di domani nel circuito di San Benedetto del Tronto.