Tegola per la Juventus: CR7 rischia la squalifica. Ecco perché

Tegola per la Juventus: CR7 rischia la squalifica. Ecco perché

E ieri sera è stato dimostrato che CR7 è davvero determimante, lascia il suo segno indelebile quando arriva il momento di decidere le stagioni.

I clienti della pizzeria, dove si recano spesso anche Mandzukic, Emre Can e Dybala, hanno battuto le mani e chiamato a gran voce il calciatore, poco prima protagonista allo Juventus Stadium, di una partita al cardiopalma che probabilmente entrerà nella storia del calcio.

IPOTESI PORTO. Per Longhi, insomma, lo United è molto meno temibile del Porto, team che ha eliminato la Roma e che, pur partendo da una base tecnica inferiore ai Red Devils, sembra più preparato sul piano del gioco di squadra. Non ho mai dubitato di te! La risposta è decisa, così come la prestazione poi offera in campo: "Lo so, passeremo amico mio". "Esattamente! Viva Ronaldo" risponde il francese. Questo mostra la fiducia, la rabbia, la determinazione del miglior giocatore al mondo. Allegri ha compiuto un vero e proprio capolavoro tattico, interpretando perfettamente il match sul piano strategico e tarando al meglio ogni scelta sia in sede di formazione iniziale che di mosse in corso d'opera.

Solo in premi dell'Uefa, vale 10,5 milioni di euro, a cui se ne aggiungeranno altri 31 se la Juve riuscirà a rompere l'incantesimo che da oltre vent'anni le impedisce di sollevare la coppa dalle grandi orecchie.